Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

ONtro

Esimi ed egregi Ricercatori e Sabotatori, come sapete ho un rapporto un po' ambiguo con i prodotti Apple... Amo moltissimo il mio iPhone, che in segno di venerazione non ho neppure jailbreakato .

Tuttavia quando devo fare le mie cose un po' più seriette torno al mio pacioccoso PC, che opera in ambiente windows... Non ho mai avuto un melacomputer della Apple, un po' perché costano un botto, uno po' perché il fatto di non poterli customizzare mi ha sempre reso refrattario all'acquisto...

In particolare poi l'iPad mi ha suscitato un'avversione assoluta, mi è sempre apparso come la versione coatta, disagile e ingombrante di un iPhone... uno status sVIPpone di quelli che tiri fuori davanti ai colleghi per dire: "io può, e tu no". Insomma a parte il melafonino iPhone (che per me è stata la più grande invenzione dopo la ruota), la mia posizione sui prodotti Apple è ben riassunta da questo splendido video didattico, "Charlie and the Apple Factory".

Eppure l'evento mondano della primavera romana 2011, il #TwitJapRM, è riuscito a farmi ricredere.

#TwitJapRM

Qualche giorno addietro sono stato invitato dall'amico Regologik a uno degli eventi organizzati dal sempre ottimo Fedemenni, per animare l'ambiente dei twitteri romani.

L'evento era stato battezzato #TwitJapRM che tradotto dal TWITTERspeak suonerebbe pressappoco come: "Cena Giapponese per gli utenti di Twitter di Roma e dintorni". Mi sono registrato all'evento su Tweetvite (un sito che consente di organizzare eventi via Twitter) e ho atteso trepidante questa riproposizione in salsa di soya della storica "Twit Pizza Romana".

Ovviamente il giorno dell'evento Tecnonucleo ha scatenato di tutto per impedirmi di partecipare: inondazioni, cavallette, terremoti, tsunami, centrali nucleari che esplodono... Ma questa è un'altra storia.

Dopo aver attraversato mezza Roma, sono riuscito fortunosamente a parcheggiare nello spazio sufficiente per un motorino la mia ingombrante stationwagon e ho raggiunto la location dell'evento: lo Zen Garden di via Ostiense.

Qui mi sono ricongiungo a vecchie conoscenze già effettuate in Real Life (osmin_le, diegor e solomiri, fedemenni, octubre_azul) vecchie conoscenze digital (ilovedannyboy, regologik e signora, sphrcd e signora) e nuove simpatiche conoscenze (madnessnote, Sereme8, F_Ricciardolo, tancro, annlise85, franc3sc0).

Essendo arrivato in ritardissimo avevo una fame da lupo, quindi mi sono elegantemente precipitato al buffet riempiendomi il piatto circa tre volte di sushi d'ogni genere e grado (di radioattività), sashimi, ravioli al vapore, spaghetti di soya, spaghetti di riso, fettuccine di riso, carciofi fritti, chele di granchio, spiedini e braciole espressi (che intelligentemente sono stati cucinati dai cuochi insieme al pesce di altri clienti, arricchendo il sapore di un simpatico retrogusto al gamberetto)...

La serata è proseguita ilare con reciproche presentazioni, aggiornamenti su cosa accade in Real Life e nelle nostre esistenze digital, utilizzo compulsivo degli smartphone (che ovunque sarebbe stato fuori luogo ma in un evento social è prassi), battute su come l'incidente di Fukushima potrebbe aver modificato il DNA del sushi...

Finché non abbiamo realizzato che Solomiri aveva appena comprato un iPad2...

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

L'uso improprio dell'iPad

A questo punto l'eterogenea assemblea di vecchi Nerd come il sottoscritto e giovani Geek, ha compiuto un esproprio proletario 2.1 dell'amato bene ed ha iniziato a giocarci con le proprie manine pacioccone in ogni modo possibile e immaginabile.

Particolare successo ha rivestito la possibilità di effettuare foto sceme in altissima definizione, ecco alcuni dei capolavori in HD, frutto del crowdsourcing delle nostre menti malate..

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad
#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

Poi F_Ricciardolo ha preso il controllo della situazione e ha sottoposto l'iPad2 ad ogni test possibile ed immaginabile: foto, riprese, velocità di navigazione internet, utilizzo di social network, velocità di download di applicazioni, utilizzo come vassoio per il sushi, giochi casual, videoscrittura, potenza di calcolo, poggia carte...

Non solo l'iPad2 ha superato brillantemente tutti i test, ma neppure si è scaricata la batteria, che normalmente con i prodotti Apple dura mezz'ora, quando viene sottoposta a simili sollecitazioni...

Egregi Ricercatori pensate che F_Ricciardolo si sia fermato?

No, F_Ricciardolo da vero beta tester pro è riuscito nel test estremo: utilizzare il proprio Ipone3GS, per fornire un hotspot wi-fi, all'iPad2 di Solomiri, con cui ha videochiamato con FaceTime l'iPone4 di Diegor...

Un'iperbole digitale che a descriverla viene il mal di testa. Di seguito il brillante risultato del test:

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

L'unico inconveniente all'esperimento summenzionato è che l'hotspot di F_Ricciardolo è rimasto attivo anche dopo essere stato disattivato. Gli hacker cinesi del sottoscala dello Zen Garden hanno creato una IMEI specchio del suo iPhone, che ora ospita un sito canaglia di Tecnonucleo...

Ma questa è un'altra storia...

Giocare come un pro con iPad2

Ma è Osmin_LE che ha sottoposto l'iPad di Solomiri al test più importante: può l'iPad essere usato in modalità da hardcore gamer?

Non ho mai capito perché le macchine Apple, che avrebbero delle potenzialità ludiche assolutamente incredibili, si sprecano in giochini casual buoni solo per bimbomikia e gli ottuagenari nonnetti che vanno a lezione di Facebook (v. Report)...

Ma Osmin_LE mi ha mostrato come le vere potenzialità ludiche di un iPad o un iPhone non dipendono dall'applicazione, ma da chi la usa. Guardate e imparate come si gioca da pro, con un iPad:

Dopo questo meraviglioso siparietto 2.1 seguono i saluti e l'immancabile foto di gruppo, con cui ringrazio tutti per la divertente serata:

#TwitJapRM e l'uso improprio dell'iPad

Conclusioni

Dopo un test di queste proporzioni sono convinto: mi compro un iPad2.

OppureNO.

Commenta il post

Jovanz74 30/05/2012

Ti stimo, fratello 8)
L'articolo dimostra il VERO segreto dei prodotti Apple... la loro capacità di ricondurti in uno stato di esaltazione infantile ;)

alex82y 30/05/2012

io direi prima di dare un occhiata a 360 gradi prima
ad esempio questo mi sembra un bel tablet http://www.asus.com/Eee/Eee_Pad/Eee_Pad_Transformer_TF101 :)
dai un occhiata ai tablet android dei vari produttori il s.o. è decisamente meglio di quello chiuso e triste della apple

alex82y 30/05/2012

oddio quanto ho scritto haha

Diego Russo 30/05/2012

C'erano due infiltrate: la moglie di Regologik e di Spherecode.
LOL, ognuno ha il suo punto di vista ed hai ragione che il 90% di chi prende prodotti apple, non sa cosa ha tra le mani. Lo prendono solo per moda e per dire: "Guarda, quanto so cool!" E poi queste persone pretendono anche di saperne.. bah.
Ma questo è il problema dei prodotti informatici in generale. Ora perché sai fare quattro click, sai usare due applicazioni e sai aggiornare lo status su facebook, non è detto che sai usare il computer/iphone/smartphone.
Di gente incompetente ce ne sta molta in giro, purtroppo.

Diego Russo 30/05/2012

Sono d'accordo sul team e la community ma android è ancora acerbo. Fossilizzarsi solo sull'OS o solo sull'hardware è sbagliato. Bisogna avere un quadro di insieme: OS + hw +servizi + app + mille altre cose, poiché quando utilizzi un prodotto tu le utilizzi tutte insieme. Non utilizzi solo l'hw o solo il sw o solo le app. Nel quadro d'insieme Android è ancora indietro, ma cresce in fretta.

Non so per quale fottuta ragione Google ha scelto Giava (Java) come linguaggio di programmazione per le proprie app. É una scelta che assolutamente NON condivido. Visto che è così aperto perché non programmare in python, C, C++ e qualsiasi altro linguaggio di programmazione? Ed il bello è che non lo puoi fare (per ora). La frammentazione dei dispositivi che supportano Android è pazzesca e questo non è una bella cosa, soprattuto per chi produce le applicazioni. Come se un webdeveloper dovesse fare un sito per 50 browser diversi.. ne uscirebbe matto!
Si puoi scegliere i market: quello di Amazon ancora è valido solo per USA (mi sembra). Il market di google non è presente ovunque: mi sembra che le applicazioni a pagamento siano disponibili solo su 10 nazioni.

So quello che fa Google per l'OS e lo ammiro, ma comunque rimane un'azienda. Se domani decide di chiudere tutto, lo può fare senza problemi.
Il jailbreak: appunto quello che hai detto te è proprio il jailbreak (http://en.wikipedia.org/wiki/IOS_jailbreaking and http://en.wikipedia.org/wiki/Rooting_(Android_OS)) solo che in Android ha fatto meno scalpore di IOS :)

Nokia sta facendo il botto, non credo che la vedremo competere con IOS ed Android. Al limite alleata con Microsoft e non sicuramente con i progetti Maemo e Meego.

Come vedi il mondo Android è ancora frammentato in tutto: hw, sw, servizi, app. Spero che questa eccessiva frammentazione un giorno si freni un pochino e porti ad un qualcosa che sia vantaggioso sia per gli utenti finali che per gli sviluppatori.

Essendo uno sviluppatore software vedo le cose un pochino più dall'alto rispetto agli utenti medi, analizzando problematiche che molti utenti neanche sanno che esistano. Conosco molte persone che hanno un iPhone (la maggior parte) perché va di moda, ma non hanno neanche un'applicazione installata. Stessa cosa dicasi per Android (il fenomeno è un po' più attenuato).

Ti lascio con queste due lettere aperte a Steve Jobs e Larry Page: What developers want - http://techcrunch.com/2011/04/16/what-app-developers-want/

My 2 cents

alex82y 30/05/2012

sul fatto che i macbook sono degli ottimi portatili son d'accordo
invece quando dici che android sta indietro ad ios mi spiace ma questo non è affatto vero
android è un os superiore ad ios, ha un multitasking serio e un ottima gestione delle risorse nonchè un team con le palle dietro + la community opensource

per la batteria, io ho un google nexus one e mi dura 1 giorno e mezzo anche 2, ma anche mezza giornata se ci gioco ad esempio a xplane, quindi è a seconda dell'utilizzo
c'è invece chi mi ha detto che il suo iphone gli dura 8 ore
il discorso durata batteria è dunque molto soggettivo
e poi su android l'autonomia dipende dal produttore del dispositivo, dalla batteria e dal tipo di utilizzo
quì però tu mischi software con hardware

google ambigua non direi, è un'azienda e come tutte le aziende tende a massimizzare il suo profitto,
google investe ogni anno un sacco di soldi nell'opensource e organizza un evento dedicato all'opensource (summer of code)
anche se il source del 3.0 non è ancora in circolazione, lo sarà presto

android no si jailbrekka, è già libero, puoi addirittura scegleire un market diverso da quello ufficiale (vedi market android di amazon).
Quando leggi rootare il dispositivo significa ricevere i privilegi di amministratore (root) sul sistema e quindi avere accesso in scrittura a cartelle di sistema, log e scrivere ovunque esattamente come quando entri come root su linux.
Sulla possibilità o no di entrare come root sul proprio dispositivo dipende dal produttore hardware

andorid non è l'unico os opensource per mobile, c'è anche maemo di nokia e in futuro si spera meego

alex82y 30/05/2012

si son d'accordo

Jovanz74 30/05/2012

Se Amanlia non c'era significa che oltre la moglie di Regologik, c'era qualcun altro sprovvisto di account Twitter... Nella foga dell'evento non l'avevo capito (sarà l'amica di Spherecode?) o__O'
Il tuo intervento da pro user di Mac mi commuove per passione, competenza e intensità T_T
Però è innegabile che il vecchio Steve Jobbs usa qualche "ingrediente magico"... Perché il 90% di chi compra prodotti Apple ne capisce di informatica meno di me (ed è tutto dire)... Chi compra Apple cerca l'ineffabile...
8)

alex82y 30/05/2012

la pensiamo in modo totalmente diverso, potremmo stare a parlare per interi giorni rimanendo ognuno sulla propria posizione :)
tu vedi la frammentazione come un male, io la vedo come libertà di scelta, più dispositivi, più produttori di hardware diversi con un unico standard, libera concorrenza.

Anch'io sono uno sviluppatore e tra l'altro faccio anche applicazioni web, non mi spaventa fare un applicazione per più browser, l'importante è che i browser seguino gli standard (quindi ie è escluso :P)
android è un sistema operativo non è un hardware per questo è sbagliato parlare di hardware. Al massimo puoi mettere a confronto i google nexus che sono i dispositivi ufficiali google, ma non sono fatti per essere dei super smartphone da invidia, ma servono per dettare uno standard ed essere punto di riferimento per gli sviluppatori, quindi difficilmente troverai in quegli smartphone l'ultimo ritrovato tecnologico tipo cpu dualcore, macchina del caffè e così via :).

La scelta di google di usare java secondo me è stata azzeccatissima, perchè java è un linguaggio molto diffuso, sopratutto nell'ambito mobile e permette di sviluppare a prescindere dall'hardware che sta sotto (sai che hanno fatto pure degli occhiali da sci con android dentro? :D), e poi tra l'altro è molto usato da google stessa.
Decisamente meglio della intelligentissima idea di usare il linguaggio semisconosciuto objective c -.-

poi non capisco, google sta cercando di fermare la frammentazione (delle versioni non aggiornate per colpa di launcher troppo personalizzati dai produttori) dando un po di regole e ritardando l'uscita del sorgente di android 3.0 e attacchi questa scelta, però poi ti lamenti che è frammentato, questa è una incongruenza

per quanto riguarda il rooting di android a differenza del jailbreak che se non lo fai praticamente hai un dispositivo castrato, android si roota per installare versioni customizzate dell'os visto che è appunto opensource la community si può sbizzarrire a creare una propria versione del s.o. android :) un po come avviene con le distro linux, ma anche senza fare il rooting con android sei libero di fare molte cose, puoi persino sostiture il software che gestisce gli sms, la rubrica, e l'interfaccia del sistema (tipo come in linux puoi mettere kde o gnome o altri)

il market di amazon era un esempio per citarne uno famoso, c'è anche quello di opera se vuoi e cmq chiunque può creare un market :) , puoi cmq anche installare applicazioni senza passare dal market volendo, ci sono applicazioni che hanno accesso a molti dati, ad esempio puoi fare applicazioni che ti danno statistiche sull'utilizzo della connessione dati e/o wifi dandoti dei contatori e delle statistiche utili per monitorare le tue tariffe
su iphone devi usare quello di default del sistema (che dice poco e niente) perchè nessuna app puo avere accesso a quelle informazioni

ps. sono uno sviluppatore anch'io e tra l'altro indirettamente coinvolto nello sviluppo di app per iphone/ipad (affianco un programmatore app) e conosco tutte le meccaniche del market app tra l'altro quest'anno la mia azienda mi stava mandando alla conferenza apple di giugno a san francisco, ma siamo rimasti di merda che i biglietti sono andati sold out dopo neanche 10 ore..

Diego Russo 30/05/2012

Vediamo da dove iniziare..

Allora due precisazioni sul post: "Amanlia" non c'era e la videochiamata era tramite facetime, usando un iPhone come AP Wifi :)

Il resto del post è veramente tutto LOL!!! :) Grandissimo! Grazie a te della bella serata e di aver condiviso questa esperienza.

Poi alcune note tecniche per quanto riguarda i mac: si costano più della media ma hanno una vita media più lunga di un normale portatile ed anche dopo 4 anni li rivendi a un buon prezzo. Non è vero che non si possono "customizzare".

Per la questione batteria: il mio mac dura ben 7h, non poche per un portatile. Il mio iPhone4 usandolo molto dura un giorno e mezzo (vallo a fare con un desire)

Il fatto che Apple sia "chiusa" è vero, ma almeno lo dichiara. Google è molto ambiguo a riguardo e non si sa mai quello che vuole fare, senza contare che ha tutti i nostri dati che se li rigira come vuole. Un esempio è il codice sorgente di HoneyComb (3.0) che ancora non è in circolazione http://source.android.com/ per non si sa quale motivo. Loro dicono che non è pronto, ma io non ci credo.

Ancora Android non mi piace e sta molto indietro ad IOS ma spero vivamente che Google faccia le scelte giuste per espandere il suo OS e renderlo libero al 100% (anche se non sono sicuro che il modello dell'open source mobile possa funzionare come quello per i computer). Spero che un domani gli utenti Android non dovranno jailbrekkare i loro smartphones per renderli "liberi" (anche se oggi già si fa).

Jovanz74 30/05/2012

Condivido in massima parte quello che scrivi... aggiungo, come dimostrato dal presente nonPOST, che la Apple è molto brava in una cosa: rendere i propri prodotti un "evento sociale"...
Mi spiego: se mi porto appresso un black berry, o un netbook nessuno dimostrerebbe interesse... Ancora non capisco per quale alchimia marchettara, se uno tira fuori l'ultima novità Apple in mezzo a un gruppo di Geek, scatta l'effetto "evento della serata"... Ammetto che la cosa ha colpito anche me... I prodotti Apple si sono davvero sedimentati nel nostro immaginario collettivo!

alex82y 30/05/2012

mah, più che altro la apple è molto brava nel marketing, riesce a venderti fumo per arrosto, riescono a farti passare qualsiasi minchiata come grande scoperta del secolo
vedi il multitasking dall'iphone4 in poi che tra l'altro è un finto multitasking l'hanno sbandierato come qualcosa di mastodontico, quando invece esiste nei cellulari da una vita e solo l'iphone ancora non l'aveva..
alla fin fine quello che fa l'ipad2 lo fanno tutti i tablets e anche meglio, stesso discorso vale per l'iphone.
Io sono per l'opensource e per la libertà di utilizzo e customizzazione del prodotto che compro
cosa che la apple non mi permette

Jovanz74 30/05/2012

Cari Diegor & Alex82y, se un giorno vi candidate alla guida di questo Paese, avrete il mio voto incondizionato!
Nel frattempo organizzate una start up mettete su qualche trilione di dollari e assumetemi come vostro consulente 8)

Diego Russo 30/05/2012

Stallman non può neanche vedere debian, ubuntu e affini.

Diego Russo 30/05/2012

Ognuno ha il suo punto di vista, discutibilissimo. Io mi trovo bene con Apple, tu con Android. Ok, non c'è niente di male.

É stato un piacere scambiare due chiacchiere con voi :)

alex82y 30/05/2012

cosa ne pensa stallman della apple :D
http://www.ossblog.it/post/6468/richard-stallman-apple-e-limpero-del-male
quì l'intervista http://daily.wired.it/news/tech/stallman-ipad-io-lo-chiamo-ibad.html

anticipazione:
"Apple proibisce il software libero sulle sue piattaforme, lo scrive in modo esplicito nelle condizioni di acquisto. Perché vuole il controllo totale dell'utente. Se devi cambiare la batteria del tuo dispositivo, prima di dartene una nuova loro controllano se sei stato obbediente. In caso contrario, resti senza batteria. Perché mai uno dovrebbe pensare, anche per un solo istante, di comprare un prodotto del genere? E' un sistema pensato per ridurre i diritti dell'utente. Comprare un iBad è come infilarsi da soli un paio di manette digitali. Il vero guaio è che Apple ha fatto in modo che la gente non sappia più quali sono le sue libertà, e se lo sa, pensa di non meritarsele."

Jovanz74 30/05/2012

Cara Gomitolo, ho assistito più volte all'effetto esplosione di gioia infantile che scatena un prodotto Apple: topmanager che tornano bambini, grigi funzionari scatenati con applicazioni allucinanti, professionisti seri che si ammazzano di casual games... Per la maggior parte fattori come "resistenza" e "funzionalità" non vengono nemmeno presi in considerazione.
Come diceva una mia amica ricercatrice di chimica fisica: "Voglio Apple, perché è fico."
Poi se vendendo melacomputer non hai fatto un centesimo di margine, sii comunque fiera di te: hai venduto un sogno ;)

alex82y 30/05/2012

piace anche a me il macbook, se non costasse un botto ne prenderei uno anch'io ;)

momoilgomitolo 30/05/2012

Il mio melaportatile è pratico resistente e a prova di Idiota. Cosa per me fondamentale.
Preso solo per la scocca resistente, che nessuno poteva offrirmi se non un Vaio CS purtroppo finito fuori produzione.
Ho venduto materiale informatico per anni e odiato il mondo mela perchè impediva marginalità di guadagno maggiori di 0..ahahah!

baci,
Gomitolo

Jovanz74 30/05/2012

Starei a leggere Diegor e Alex82y per giorni!
Ecco questo è il bello della Rete: niente flame, ma l'esposizione di due approcci antitetici a filosofie di programmazione entrambi ben argomentati.
Bello.

Jovanz74 30/05/2012

Caro Diegor, grazie per la dritta, ho corretto! Ero convinto che Amanlia fosse il nick della moglie di Spherecode, stavo fuori come un giardino pensile XD
L'effetto "no Mac, no party" è spaventoso, come si tira fuori un prodotto Apple, riemerge prepotente il bambino dentro ognuno di noi!
La maggior parte dei consumatori Apple non sono orientati all'acquisto dal principio di "use & commodity", ma dal desiderio di riconoscibilità sociale come Geek.
Poi ci sono i veri pro come te, ma non fate testo XD

10 consigli a una Twitstar per migliorare i propri autoscatti « Gilda35 30/05/2012

[...] te lo dico da felice possessore di un Samsung Galaxy su cui gira ottimamente Android, senza i prodotti Apple sei solo un buffone con tanti follower (come me). I prodotti Apple invece sono di moda, ti fanno [...]

alex82y 30/05/2012

"Stallman non può neanche vedere debian, ubuntu e affini."
ahah non sapevo, guarda caso anche a me ubuntu e debian stan sulle balle ahah
uso fedora :P

alex82y 30/05/2012

@Jovanz74 ahah addirittura :D :D

alex82y 30/05/2012

è stato un piacere anche per me ;)

momoilgomitolo 30/05/2012

GIUSTO: Mi candido come venditrice inside sales ;D

momoilgomitolo 30/05/2012

Un sogno, purtroppo tanto effimero quanto lo status che offre. Di questo passo ogni Iphone lanciato avrà vita per pochi giorni, prima dell'obsolescenza. Ma pur sempre un sogno e tanto basta:il "sogno della felicità" è nella sua ricerca.
Dopotutto io vesto anche i panni della cretinetta che brama scarpe di continuo. Un po' li capisco questi manager- pueriformi in onore delle mele.
Quelle dei Mac, anche.

Continuo a puntare su altro... mi realizzassi mai economicamente, voglio una E-Type. E con il mio 3330 con la cover rosa scolorita chiamerei il mio ex capufficio per farlo arrabbiare un po'.
Ahahahahah!

Mobile Analytics