-->

Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

I miei inviti per il Partito Liquido

I miei inviti per il Partito Liquido

ONtro

Esimi Ricercatori, nelle scorse settimane sono stato contattato dallo Staff di Servizio Pubblico per collaborare alla creazione della loro piattaforma di discussione chiamata "Partito Liquido" che gira su Liquid Feedback, per intenderci il sistema di discussione delle proposte politiche dei Pirat Party.

Orbene mi sembra pertanto d'uopo presentarvi doverosamente l'iniziativa, deliziarvi col resoconto dell'odierna Conferenza Stampa, rispondere alla domanda rivoltaci da Riccardo Luna sul "Perché?" della nostra partecipazione al progetto, nonché elargire ai primi 100 di voi i miei esclusivi inviti per la nuova piattaforma... no questa volta non è una delle mie burle (v. lo psicodramma Volunia Plus).

I miei inviti per il Partito LiquidoI miei inviti per il Partito LiquidoI miei inviti per il Partito Liquido

Il Partito Liquido

Servizio Pubblico lancerà nell'edizione di quest'anno il "Partito Liquido" e il "Gioco dei Leader", che saranno condotti da Giulia Innocenzi.

Partito Liquido in estrema sintesi apre alla comune utenza la piattaforma di Liquid Feedback in precedenza appannaggio quasi esclusivo del Partito Pirata e di alcuni gruppi del Movimento 5 Stelle.

Liquid Feedback è una sorta di esperimento sull'intelligenza collettiva: dimostrare che è possibile elaborare dal basso un programma politico, spaziando un po' in tutti i campi dello scibile umano.

Così un gruppo di trenta personalità della scena digitale italiana (da Riccardo Luna al sottoscritto passando per Luca De Biase e tanti altri) stanno partecipando alla realizzazione di questa piattaforma... nel frattempo la mia casella di posta elettronica sta per esplodere per gli aggiornamenti del relativo gruppo di discussione.

In pratica attraverso Liquid Feedback verranno elaborate delle proposte concrete da presentare in ogni puntata ai candidati Leader, che si sfideranno con un meccanismo ibrido di voto via internet/televoto.

Al di la dell'elemento di gamification (ormai imprescindibile in ogni forma di comunicazione politica sul digitale), mi sembra un interessante esperimento di comunicazione politica, ma ci tornerò oltre...

Ma adesso passiamo alla mia diretta dalla Conferenza Stampa, in cui il buon Santoro mi ha stappato più di una risata (sapete che sempre sostenuto che lui e Travaglio hanno tempi comici irresistibili)...

Rispondiamo al "Perché?" di Riccardo Luna

Nel magmatico gruppo di lavoro del Partito Liquido ad un certo punto è echeggiata una ieratica domanda rivoltaci da Riccardo Luna: "Perché?"

Innanzitutto vi invito a leggere alcune delle risposte circolate nel gruppo, in particolare quella lucidissima di Luca De Biase, che trovo molto esaustiva e in larga parte condivisibile:

Orbene cerchiamo di rispondere sinteticamente per la parte che ci riguarda.

Innanzitutto ho sempre trovato stucchevole la scena della politica digitale italiana sospesa tra maoismo digitale e attivismo da lanciatori di like, il tutto condito con simulacri digitali che paiono usciti dai musei egizi. Adesso la situazione è lievemente migliorata e siamo intasati di Twitstar e di malriusciti esperimenti di memetica...

Chissà come i nostri Turbo Capitalisti non si sono ancora comprati un bel corpaccione da Leviatano Digitale con cui incarnare la pancia digitale del Paese e divorarne gli oppositori... Ma diamogli tempo di accordarsi con l'Oligopolio Digitale e vedrete che meraviglia, sarà come nelle campagne elettorali americane in cui non c'è anfratto del web in cui puoi sfuggire dai Leviatani 2.0...

Alla luce del desolante quadro summenzionato, stante il mio particolare sentire, ho preferito leggere la realtà politica alla luce delle community di contro-cultura digitale internazionali per me più interessanti: 4Chan, Anonymous, ADbusters e compagnia briscola.

Ne è nato pertanto una sorta di profondissimo distacco dalla cosa pubblica, per come tradizionalmente intesa.

Tuttavia, come ben sapete, sono persona avvezza a ogni genere di mirabolante sperimentazione comunicativa. Pertanto non posso esimermi dal testare questa nuova piattaforma.

Secondo me è qualcosa di sfidante. Viene posta nelle nostre pacioccose manine la possibilità di non dire semplicemente "cosa non va" (che da noi è una sorta di disciplina olimpica), ma dire che "cosa vorremmo realizzare" per cambiare questo disastrato e folle stato di cose.

Trovo poi molto interessante la possibilità di sottoporre all'attenzione dei Leader queste soluzioni provenienti dal basso. Ovviamente la cosa richiede un esercizio di particolare onestà intellettuale da parte dello Staff di Servizio Pubblico... Ma lo spiraglio appare interessante.

Forse si apre la possibilità di far affiorare in televisione un po' di iceberg digitale.

La cosa decisamente non mi dispiacerebbe...

Resta inteso miei esimi che mi conoscete, che in caso di tentavi manipolatori scatterà immediatamente il mio proverbiale "grazie per tutto il pesce"...

In parole povere: perché mi piacerebbe che quante più persone possbili si riappropriassero della propria voce, che provassero a proporre qualcosa di costruttivo, che sbattessero sul grugno dei politici la realtà di persone che ogni giorno lottano in un mondo sempre più difficile... perché vorrei che quante più persone si impratichissero nell'utilizzo di strumenti di democrazia diretta...

Il mio sogno? Che nella puntata finale ci si renda conto che non c'è bisogno di un Leader, né di Influencer, ma di persone che devono iniziare a fare insieme qualcosa di concreto per sé stessi.

I miei inviti per il Partito LiquidoI miei inviti per il Partito LiquidoI miei inviti per il Partito Liquido

Conclusioni

Orbene miei esimi Ricercatori spero che vi siate schiariti le idee su questo interessante progetto.

Al riguardo vi significo che ho disponibili nel panciotto 100 inviti per essere nel nucleo iniziale degli sperimentatori del Partito Liquido. Così per chi di voi fosse interessato a sperimentare l'iniziativa può contattarmi all'indirizzo mail: giovanni.s.f.scrofani@gmail.com.

Astenersi: curiosi, troll, fake, perditempo, markettari alla ricerca di visibiità, asprianti dittatori, mud wrestler, bimbominkia, vecchiominkia, ecc...

Se questa cosa la facciamo insieme vi voglio ben motivati!

Commenta il post

mario 25/10/2012

Ho avuto l'invito via mail, mi sono registrato, ma non riesco ad accedere. Nessun tentativo ha dato esito. Spero che stia succedendo solo a me, altrimenti sarebbero guai!
mario

filippo 26/10/2012

Abbiamo un gran bisogno di partecipazione

Mobile Analytics