Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

[LAB] Skande e la Social Total War

Esimi Ricercatori, l'ottimo Riccardo Scandellari ha oggi prodotto un serrato post in cui equipara la Social Media Total War alle celebri battaglie urbane dei Guerrieri della Notte.

Il post è perfetto ed assolutamente godibile, da leggere tutto di un fiato, mi permetto tuttavia di dissentire su un solo punto. Non è iniziato tutto col #MeetFS e il "turbamento nella Forza" non finirà a breve...

Come ho scritto anche altrove... il punto sta proprio nel fatto che si continua a polemizzare pro/contro alcune persone rivendicando una sostanziale salubrità dell'intero impianto della Cultura Digitale in Italia. Quello che stanno dimostrando le vicende di questi giorni sono una serie di pecche strutturali: subalternità al potere politico, tendenza a considerare il gossip struttura, predominio dei media tradizionali sui nuovi media, incapacità di emancipazione del precariato di lusso, assenza di autocritica, cultura del nemico, tendenza alla manipolazione dei dati, assenza di strumenti realmente scientifici di valutazione, autoreferenzialità... la lista sarebbe lunghissima. Ma il discorso continua a vertere su qualche nome più o meno altisonante cui spalmare un po' di fango... Mondato l'immondo tutto torna mondo. Troppo comodo. I problemi ci sono e sono grossi. Le questioni aperte enormi. Noi diciamo queste cose più o meno seriamente da anni. Se la musica non cambia assisteremo a un declino culturale sempre più rapido.

La questione ha radici lontane...

Commenta il post
Mobile Analytics