Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

Twitter Unfollow Bug

Twitter Unfollow Bug

ONtro

Esimi Ricercatori, in questi giorni tra gli addetti ai lavori tiene banco la questione della psicosi da “Unfollow Bug”. Mi sono ritrovato a parlarne sia presso la Cabina di Regia, che presso i lidi amici degli Indigeni Digitali, ne ho letto diffusamente presso la mia timeline, presso i miei blog preferiti, presso le testate online di riferimento... Perfino Twitter sotto forma di una delle proprie piattaforme biologiche ha dovuto ammettere dalle colonne dell'Huffington Post il Padre, lo Zio e il nonno di tutti i Bug... Io stesso ho potuto assistere a questo misterioso fenomeno, chiedendomi perché il prode Giacobbo non proceda a dipanare la matassa...

Così mi permetto di mettere a fattor comune alcune riflessioni sviluppate con lo zoccolo duro di voi Ricercatori...

Fenomenologia dell'Unfollow Bug

Per i pochi di voi che siano immuni dall'Unfollow Bug spiego succintamente di cosa si tratta. In sostanza in modo del tutto casuale ci si trova a non seguire più dei following (i profili di twitter di cui seguiamo l'aggiornamento).

Il fenomeno è chiaramente ciò che in gergo tecnico si definisce un “bug”, ossia un piccolo errore di programmazione di quelli che deliziano tutti gli appassionati di informatica e in particolare i videogiocatori.

Per noi ilari Sabotatori Dadaisti ovviamente un “bug” non è che una piccola epifania gnostica di Tecnonucleo... Un simpatico modo delle Macchine Ribelli di testare la tenuta della nostra programmazione psicologica....

Twitter Unfollow BugTwitter Unfollow BugTwitter Unfollow Bug

Patologia dell'Unfollow Bug

Questo piccolo fenomeno ovviamente ha scatenato una sorta di simpatica psicosi collettiva... Reiterate volte ho evidenziato come l'unfollow, ossia la pratica di smettere di seguire un profilo che non si trova più interessante, viene vissuta come una sorta di atto di inimicizia con conseguente scatenarsi di sindromi dell'abbandono...

Ricorderete quasi tutti il celebre motto: “Ti unfollowo perché ti amo troppo”... Immaginate pertanto cosa può aver smosso nelle coscienze dell'evolutissimo “Popolo di Internet”, questa piccola insurrezione delle Macchine Ribelli... Ovviamente gli smanettoni più scafati (quelli con migliaia di following) utilizzano applicazioni di bonifica degli unfollowatori (es. Who Unfollowed Me, Manageflitter), che periodicamente vengono sanzionati con l'unfollow di ripicca...

Pertanto sono iniziati una serie di unfollow di ripicca a raffica in un meccanismo vittoriano stile azione/reazione splendido:

  • la macchina Twitter unfollowa in modo casuale l'account dell'uomo Tizio dal novero dei following dell'uomo Caio;

  • l'uomo Tizio interroga un'altra macchina Manageflitter con cadenza periodica per capire chi l'ha defollowato;

  • la macchina Manageflitter interroga la macchina Twitter e “scopre” l'unfollow da parte dell'incolpevole Caio;

  • la macchina Manageflitter restituisce a Tizio l'informazione;

  • L'uomo Tizio per ripicca affida alla Macchina Manageflitter il compito di smettere di seguire l'uomo Caio.

  • A sua volta l'uomo Caio interroga la Macchina Manageflitter in uno sconcertante Anello di Moebius...

La cosa interessante è che nel 90% dei casi tutto ciò avviene tramite la mediazione di Macchine senza il minimo tentativo di contatto tra i due smanettoni. Fosse stato per la parte più “evoluta” degli internauti non ci saremmo mai accorti del bug... tutto si sarebbe svolto in una serie di interazioni uomo/macchina. Ringraziando il cielo il web è pieno anche di internauti sprovveduti (es bimbominkia e vecchiominkia) che in luogo degli automatismi steampunk, di cui sopra procedono ad effettuare una serie di inviperite richieste di chiarimento... Così sono iniziati gli accorati appelli tipo:

  • “Perkè mi hai defollowato?!”

  • “Io MAI!”

  • “NN è vero! Ho kontrollato nn mi segui +”

  • “Minkia è vero! Ma nn sono stato io!”

  • “Bugiardo”

E seguono ripicchette da Asilo Mariuccia fino a convincersi dell'assoluta buonafede dell'interlocutore... che tuttavia hanno creato abbastanza rumore da sguinzagliare orde di blogger e giornalisti alla ricerca di frammenti di informazione... Inutile fare gli snob senza di loro non ci saremmo accorti di nulla. Ci sono poi le persone genuinamente empatiche che sono rimaste negativamente colpite dall'abbandono digitale dell'amico e hanno richiesto chiarimenti senza clamori... Quindi è arrivato il turno di quello spirito paranoico/complottista mai sopito nell'animo del “Popolo di Internet”, di cui riassumo di seguito in ordine sparso alcune gustose conclusioni:

  • il fenomeno riguarda quelli con più di 2000 followers, perché Twitter vuole spingerci sotto questa soglia;

  • mi trovo a seguire “forzatamente” persone che non conosco e defollowo miei amici carissimi, è in corso un disegno per cui Twitter vuole indurmi a una svolta markettara;

  • i Rettiliani stanno provando a condizionare le nostre coscienze tramite Twitter;

  • è Anonymous che come al solito cerca di distruggere i Social Network e attraverso il defollow random vuole distruggere la struttura sociale alla base di Twitter...

Alcune testimonianze

Di seguito riporto alcune esplicative testimonianze fornite da alcuni amici Ricercatori ed Estimatori di questo prestigioso nonBLOG:

Non so se sia stato colpito ma da tempo ormai mi accorgo di non stare più seguendo utenti che nn mi sognerei mai di defolloware, così come ricevo nuovi follow da persone che erano certe che mi stessero seguendo.. cosa abbastanza noiosa.

Diego Orzalesi

"mr Scrofani, guardi... non me ne parli ho ancora la testa fasciata... di due o tre persone che mi hanno picchiato perché pensavano li avessi defollowati... ma la cosa peggiore è stata l'umiliazione davanti a tutti spogliato di tutte le mie vesti nella piazza virtuale di Twitter han cominciato a ridermi dicendo Ah Ah " che trauma !!

Gaetano Salvatore Puglisi

Giovanni, il vero problema è che difficilmente se ne ha evidenza... e se poi aggiungi anche il bug @ mentions... siam fritti...

Luca Perugini

Mi ha colpita eccome....la prima volta ci sono rimasta di merda perche' uno dei tipi che mi ha unfollowata lo conosco di persona e mi e' simpatico...!

Paola Rizzato

io ho defollowato la mia ragazza lol

Aldo Pinga

mi ha colpito con @catepol la quale offesa ha ricambiato.. pazienza.... P.S. io continuo a seguirla su tw e siamo amiche qui su facebook... social incongruenze... Vogliamo mettere nel non Post anche che ci sono le litigate in TL sul defollow avvenuto con riesumazione di vecchi scheletri nell'armadio ["tu una volta hai scritto questo e allora io ho capito che non potevo più seguirti ]..per far capire fino a che punto alcune persone NON hanno dignita' di loro stesse.. #truestory

Alexia Sasson

o la trovo un ottima scusa per il defollow volontario dando la colpa al bug... Poi mi sono anche accorto che molti utenti utilizzano api che ricambiano in automatico l'unfollow ricevuto, ma a loro insaputa secondo questa dinamica:io defollowo te, tu utilizzi un api che ricambia la cortesia ma non ti avvisa della sua solerzia; quindi spulci fra i tuoi ennemila follow e scopri chenon ci sono più sinapsi fra te e quel tizio di cui non ti fregava nulla ed escalmi "Oddio, mi sono accorto di aver defollovato caio ma GIURO, non volevo!"

Michelangelo Vernice

Twitter mi ha defalcato almeno 10 persone. Non ho ancora capito chi erano. Evidentemente twitter ci ha visto lungo ahah

Lisa Marie Zombie

Semplicemente (e fortunatamente) non ne ho avuto esperienza :) 204 erano e 204 sono, luckily.

SBerlu

io purtroppo mi sono accorto solo ora che Twitter mi ha unfollowato un sacco di VIP amici miei. Che mondo cattivo. #unfollowbug

Benny Evangelista

bugs....Zzzz ....http....la ... Ua...xmissione...web.... Arriva ....interfer... Nze

Osmin Lima

oggi la mia amica @selene_luna3 si era ritrovata il mio unfollow e c'era rimasta male !!! altri casi non mi risultano :)

Luigi Scerre

E' stato un brutto scherzo. L'algoritmo si è voluto ribellare ai nostri scherzi e ce l'ha fatta pagare, lo so... secondo me è proprio così: ha colpito chi ha giocato di più con gli hashtag, se ci fai caso.

Matteo Bianconi

Io mi accorgo a volte di non seguire più amici e rimedio, oppure mi arriva notifica da una app che segnala gli unfollow

Caterina Policaro

colpito da mesi dall'#unfollowbug. alcune volte non é un male, ma solo alcune

Simone Corami

non so se abbia cancellato dei following, di sicuro dai follower di altri. Ho reagito con pazienza e rassegnazione ) #unfollowbug

Simona Forcella

Col solito spirito irriverente che Vi contraddistingue si è arrivati a mio avviso vicini al bandolo della matassa...

Twitter Unfollow BugTwitter Unfollow BugTwitter Unfollow Bug

Chiarimenti in ordine sparso

In relazione a quanto sopra e a seguito di una serie di gustose chiacchierate con un po' di Cowboy del Cyberspazio, mi sembra d'uopo fornire alcuni piccoli spunti di riflessione...

  • Non stiamo usando tutti il medesimo Twitter: questa affermazione vi sembrerà strana invece è particolarmente banale. Software come Twitter che devono interagire con milioni di utenti e che non si possono permettere di chiudere per tre giorni resettare il sistema e riaprirlo al pubblico hanno un particolare modo di procedere all'implementazione delle proprie applicazioni... In pratica organizzano gli utenti per gruppi/liste, testando sui power users le nuove funzionalità... Chi è "developper" di Facebook ha utilizzato la nuova timeline in anteprima, i Power Users di Twitter hanno sempre avuto accesso all'ultima versione del social network prima dei "lurker"... Inoltre profilare in modo differente gli utenti consente anche di effettuare un minimo di "gerarchia delle fonti", che per un news network non è fatto secondario. Facciamo qualche esempio su Twitter:

  1. Avere più di 2000 follower fa la differenza: se si è sotto i 2000 follower non si possono avere più di 2000 following, oltre questa soglia invece si possono seguire quante persone si vogliono.

  2. Utilizzo compulsivo di hashtag: chi utilizza in modo compulsivo hashtag riconducibili ai temi di tendenza del giorno viene inserito in una sorta di lista di proscrizione digitale e i suoi messaggi vengono filtrati.

  3. Account anonimi: gli utenti che non utilizzano nomi "reali" vengono inseriti in un'apposita lista di confino digitale che non restituisce i loro messaggi in caso di ricerca su di un tema di tendenza (lo sa bene il povero Rudy Bandiera).

  4. Utenti certificati/consigliati: gli utenti certificati (quelli ufficiali di un VIP dotati di apposito bollino azzurro) e quelli consigliati nel catalogo omerico delle Twitstar sono più uguali degli altri in termini di promozione dei temi di tendenza e risultati lato "chi seguire".

  5. Promoted Account: sono la versione esponenziale di quanto detto per gli utenti certificati...

  • I metadati di un piccolo tweet: come si può ammirare nella mappa (un po' datata) sottostante un piccolo tweet di 140 caratteri contiene una quantità gustosissima di informazioni sul rapporto following/follower del proprio autore, sulle "liste" di profilazione di appartenza, sulla località geografica in cui è stato emesso, se è un tweet unico, se è un retweet, se è una reply, quali mentions contiene, ecc... Fermo subito sul nascere i vostri singulti paranoici: i Social Network sono un Panopticon, prendere o lasciare.

  • Pane per gli algoritmi: Ovviamente la quantità di informazioni summenzionate sono fondamentali per la funzionalità della totalità delle applicazioni di Twitter: ricerche, temi di tendenza, toptweet, la neonata sezione "Storie"... Ogni messaggio viene analizzato, sminuzzato, soppesato, ponderato sulla base delle caratteristiche di chi l'ha emesso... sicché il tweet di un account anonimo di un utente con 200 followers e 1000 following, ha effetti in termini di temi di tendenza et similia assolutamente differenti da quelli di una twitstar con millemila followers e 10 following... Sono due messaggi che creano effetti assolutamente difformi. Non storcete il naso esimi Ricercatori, Twitter nasce come un news network... un qualche criterio di gerarchia delle fonti doveva pur darselo.

  • Gli Algoritmi in difficoltà barano: chiunque come il sottoscritto si sia ucciso di manageriali e/o strategici feroci (es. Civilization di Sid Meier) conosce una piccola regola... quando un algoritmo entra in difficoltà di fronte alle reazioni umane è programmato per barare... faccio un piccolo esempio: in Civilization se l'IA del gioco avesse giocato ad armi pari non avrebbe potuto contrastare un'astuta manovra diversiva... invece non solo la IA di Civilization era omniscente e al corrente di tutti gli spostamenti delle truppe del giocatore, ma in caso di difficoltà ricorreva ad una sorta di "teletrasporto" truppe e ad una repentina accelerazione delle produzioni... Lo scopo non era maligno: serviva a rendere l'esperienza di gioco divertente e impegnativa... Spesso un bug non è tale è un escamotage con cui la Macchina cerca di non "sbracare".

  • Il following forzato: a mio avviso non esiste, si tratta solo di qualche espediente scamuffo tipo quelli a suo tempo analizzati con l'esperimento di TeamFollowBack...

Twitter Unfollow BugTwitter Unfollow BugTwitter Unfollow Bug

Conclusioni

Sulla base delle considerazioni sopra espresse miei esimi Ricercatori posso trarre solo qualche piccolissima conclusione provvisoria e inconcludente come al solito.

Il fenomeno dell'unfollow bug è esploso in coincidenza col lancio della sezione "Scopri" di Twitter in cui sono confluite funzionalità vecchie come Temi di Tendenza, Chi Seguire, Utenti Consigliati, e funzionalità nuove come "Storie"... Tutte sezioni in cui la "profilazione" dell'utente e il rapporto following/follower pesano e parecchio.

Assai probabilmente alle nostre care Macchine Ribelli è stato richiesto uno sforzo un tantinello fuori portata... E le Macchine sono progettate per non fermarsi a costo del ricorso a qualche piccolo escamotage digitale...

Sappiate che i Vostri following assai probabilmente sono caduti per il perfezionamento degli Algoritmi della Scopri di Twitter, per fornirvi un servizio di news migliore e più performante...

Onorate la loro memoria.

Commenta il post

Giovanni Scrofani 30/05/2012

"È stato un bug", è il nuovo "il Diavolo mi ha detto di farlo".

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Ci sono 140 caratteri più uguali degli altri...

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Visione lucida e assolutamente condivisibile.

Su Twitter e sull’unfollow di ripicca | My web 2.0 30/05/2012

[...] on Tumblr Pin ItPrendo spunto dall’interessantissimo post di Giovanni dal titolo “Twitter unfollow bug” per aggiungere alcune [...]

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Lo zen e l'arte del social networking ;)

Giuseppe Lanzi (@lanzigiuseppe) 30/05/2012

SCROFANI FOR PRESIDENT! Sei il mio #nonGuru preferito!

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Sarà che sono orrendamente arido e cinico ma anche io la vedo così...

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Rettiliani maledetti ;)

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Ricorda il motto: se non puoi ripararlo, rompilo :D

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Mettere delle Macchine a leggere e a fare gerarchia delle fonti è in sé un atto profondamente steampunk e dadaista... Che il sacrificio di tutti questi following non sia invano 7

Giovanni Scrofani 30/05/2012

Le Macchine vogliono separarci ;)

perugini 30/05/2012

Inutile dirti che nel diffondere il verbo via Twitter... mi sia comparsa la laconica richiesta "Follow" Jovanz74 :-)... a riprova ... ti avevo riperso... ed è la seconda volta in pochi giorni...

Roberto Favini 30/05/2012

L'anomalia di fondo è considerare un social network asimmetrico come Twitter alla stessa stregua di uno simmetrico come Facebook.
Io per esempio ho un rapporto following/followers bilanciato, ma i due insiemi sono sovrapponibili solo all'80% (che già è una buona percentuale): non devo sentirmi obbligato a seguire chi ha pochi tweet all'attivo o è poco interessante, ma non devo escludere di poterlo fare un domani. Lo stesso vale per chi mi legge.
Sono invece obbligato a farlo se desidero comunicare in DM con un account.
Gli strumenti di monitoring degli unfollow possono essere interessanti se utilizzati per capire se stiamo diventando meno interessanti per determinate persone o a livello generale, altrimenti...

silloski 30/05/2012

Tweet di 140 caratteri un par de ciufoli!
Comunque è spettacolare vedere come un hashtag balzi in TT non appena viene usato da un power user. Ho visto in "diretta" almeno un paio di occasioni dove un tuo tweet Giovanni ha decretato il successo delle nostre incursioni

Marinella 30/05/2012

...è come nella vita, gli errori possono essere la salvezza! Insomma se unfollow uno/a che mi sta antipatico o pallloso posso dire sempre che la colpa è di Twitter! Ahahahahah. Grazie Giovanni, come sempre meraviglioso!

Mass Effect, Skyrim, Deus Ex e i finali penosi « Gilda35 30/05/2012

[...] finale di Skyrim invece non so se sia frutto di uno dei noti bug che affliggono la serie, o frutto di una folle scelta di [...]

Wish aka Max 30/05/2012

LOL
Alla fine del paragrafo sulla patologia, leggendo il primo punto elenco, ho pensato "sono i Rettiliani". Al terzo sono scoppiato a ridere sotto lo sguardo interdetto di mia figlia...
Le immagini dei bug fatti con le trombe sono DE-LI-ZIO-SE

Last but not least: ma quanta gente non ha un c*bip*o da fare, se si preoccupa così tanto di queste str*bip*ate? Ho molto apprezzato il commento di chi non si è ancora accorto di chi ha defollowato... :D

La sezione Storie di Twitter: Esperimento #TwitterMonument « Gilda35 30/05/2012

[...] Gerarchico: atto a misurare l’autorevolezza della fonte che ha emesso i testi, attraverso l’analisi del rapporto [...]

Fabrizio Faraco 30/05/2012

Mi trovo a ridosso dei 2000 e ho avuto qualche unfollow non voluto quindi il bag è anche legato a qualche singolarità del twitter che uso (quale sarò?). Inoltre unito al bug del mention (qualcuno ti cita e tu non lo vedi in timeline né tantomeno nell'interaction/mention) e al bug dell'app iOs (che semplicemente tiene la tua interaction/mention ferma al 1aprile, che burloni quelli di Apple!) rendono twitter perfidamente dadaista e come tale assolutamente creativo.

silvio 30/05/2012

Sei stato sotto tiro infatti - La mia applicazione riceveva i tuoi tweets ma sulla timeline venivano cancellati te e altre persone.
Mai mi sarei sognato di controllare se non quando, mi chiedevano "Ma mi hai defollowato?".
A quel puno ho forzato il "Follow" nuovamente e ne cancellava altri, ho pensato: che figura di merda... ma adesso sembra funzionare.

Mobile Analytics