Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

[LAB] @Jovanz74 alla #SMWTorino il 24 settembre

Il Lato Oscuro della Rete

Esimi Ricercatori il prossimo 24 settembre terrò un intervento dedicato al "Lato Oscuro della Rete" nell'ambito della Social Media Week di Torino.

L'intervento si svolgerà alle ore 17.30 in contraddittorio con Michele Di Salvo (l'autore del libro inchiesta "Chi e cosa c'è dietro Grillo") e non sarà dedicato alla digitalizzazione della Trilogia di Star Wars, ma come bene espresso dall'abstract dell'evento si concentrerà su:

L’utilizzo della rete e dei suoi potenti strumenti di comunicazione, la loro manipolazione e, infine, la loro possibile strumentalizzazione a fini di consenso. La manipolazione dell’immagine e della percezione dei contenuti da parte degli utenti.

Il Lato Oscuro della Rete



Visto che siamo in tempo di fuori onda... mi sembra opportuno evidenziare, come già ribadito altrove, che l'intervento non riguarderà "Il lato oscuro del Movimento Cinque Stelle", argomento sul quale francamente non avrei contributi da fornire.

La mia intenzione è di affrontare il tema di come il web può essere utilizzato come strumento di cultura tossica, come luogo di manipolazione dell'informazione e delle coscienze.

Come sapete, ho "vissuto" piuttosto che "studiato" l'evoluzione della cultura digitale, nonché assistito attivamente a pratiche di hacktivismo internazionali. Se posso fornire un contributo di discussione sarà su questi temi.

Le nuove tecnologie forniscono strumenti potentissimi per informarci e comunicare... ma possiedono anche un "lato oscuro" la possibilità di fornire strumenti altrettanto potenti di manipolazione e controllo.

Quando poi le pratiche manipolatorie dilagano tra influencer e utenza comune e la c.d. "Guerra dei Sogni" inizia a dilagare nelle timeline di ognuno, diventa prioritario avere degli strumenti per interpretare in modo corretto cosa si svolge davanti ai nostri occhi.

La vera sfida oggi è rappresentata dalla "bonifica" dell'informazione digitale dalla quantità di rumore che viene immessa quotidianamente per "marcare il territorio" delle coscienze. La figura dell'influencer che pratica strategie insidiose è molto più vicina al nostro quotidiano di quanto di immagini.

Sarà ovviamente l'occasione per incontrare (finalmente) dal vivo molti di voi e di affrontare insieme questi temi da sempre cari alla nostra community di ecologi della mente.

Non dimenticate, che per partecipare bisogna iscriversi all'evento tramite il link di seguito riportato...

Non resta che dire: a presto!

Per iscriversi e per raggiungerci

Il luogo dell'evento

Risorse sulla Social Media Week

Commenta il post
Mobile Analytics