-->

Gilda35, satira dadaista sul professionismo di internet

[LAB] La Annunziata sta benissimo dove sta

Oggi il sempre ottimo Stefano Chiarazzo ha scritto un articolo, in cui invita sostanzialmente Lucia Annunziata ad aprire un account twitter, per rendere più performante il proprio progetto editoriale sviluppato con Huffington Post.

Stefano è un ottimo conoscitore dello strumento quindi le sue osservazioni non sono peregrine e meritano di essere lette con attenzione.

Devo dire che personalmente approvo la schiva scelta della Direttorissima, cui in diretta durante l'evento DEF per il lancio dell'Huffington rappresentai il mio plauso...

Allora intendiamoci, Lucia Annunziata ha ragione da vendere: se nel suo "blog" (sarò antico ma troverei più appropriato chiamarla "rubrica"), non risponde ai commenti, mi spiegate cosa userebbe a fare Twitter?

Diventerebbe solo l'ennesimo canale monodirezionale uno-a-molti messo a disposizione di una persona che ha già innumerevoli mezzi a propria disposizione (televisione, radio, giornali, ecc...).

L'interazione coi propri lettori non l'ha prescritta il medico. Quindi se uno non vuole aprire un canale "dialogante" sarebbe meglio che non lo facesse.

Francamente non c'è bisogno di intasare Twitter di altro materiale per stalker di giornalisti sVIPponi.

Commenta il post
Mobile Analytics